Mi sveglio un mattino e non appena appoggio il piede per terra e cammino, mi rendo conto che la passeggiata per le vie dello shopping milanese il giorno, prima ha lasciato un segno. “Eppure lo sapevo che non avrei dovuto mettere quelle scarpe per passeggiare” mi dico. Troppo alto il tacco troppo stretta la punta, il mio alluce ringrazia.

L’alluce valgo agli albori

All’inizio era solo un fastidio, un indolenzimento dell’alluce (cipolla) che quasi si confondeva con il dolore ai piedi dopo una giornata particolarmente attiva o una serata movimentata. Il dolore dipendeva tipicamente dalle scarpe che indossavo e allora evitavo quelle più estroverse e con il tacco alto. Gradualmente è però diventato un fastidio ogni volta che indossavo una scarpa “non comoda”, per diventare un vero e proprio dolore ogni volta che camminavo. Nel mio immaginario l’operazione per correggere il mio alluce valgo era quasi un capriccio estetico, motivo per cui per molto tempo ho tenuto lontana l’idea di ricorrere alla chirurgia.

L’operazione all’alluce valgo

alluce-valgo-medico

La paura di affrontare l’intervento da una parte e dall’altra il fatto di riuscire comunque a convivere con il mio piede grazie a scarpe più comode anche se esteticamente meno appaganti, mi ha prevenuta dall’informarmi accuratamente su ciò che veramente comporta l’operazione. Se l’avessi fatto avrei scoperto subito che l’intervento di correzione dell’alluce valgo e la sua programmazione sono molto meno complessi di quanto pensassi. Infatti mi è stato spiegato che l’intervento può essere eseguito in regime di Day Hospital, permettendomi di tornare a casa in giornata evitando di passare la notte in ospedale. Si tratta di un intervento di 30 min circa e si può camminare subito dopo l’intervento utilizzando un’apposita scarpa post operatoria, in modo da poter essere autonomi seppur in un ambiente protetto, come quello di casa (almeno per i primi giorni).

Visti i tempi di attesa importanti inoltre sono disponibili soluzioni alternative al Sistema Sanitario Nazionale, ma anche al non sempre accessibile intervento in clinica, quali regimi forfettari che permetto, a costi inferiori, di programmare con un’attesa più modica l’intervento.

Se hai bisogno di un consulto specialistico, compila questo form e verrai contattato entro 24 ore.

Scrivimi ora