I prossimi mesi saranno per noi fondamentali, questo è infatti un periodo che ci vede coinvolti in cambiamenti importanti e stimolanti che porteranno presto la nostra equipe a lavorare a stretto contatto con specialisti di altri distretti. Ciò ci fornisce l’opportunità di confrontare e condividere le nostre conoscenze integrandole nell’ambito non solo del piede e della caviglia ma di tutto l’arto inferiore.
In virtù di ciò ho pensato di scegliere come argomento di questo mese “l’artrosi di caviglia e i malallineamenti sovrasegmentari“.

Ecco la pianificazione degli articoli da presentare

JACOPO: “Ankle osteoarthritis is associated with knee osteoarthritis. Conclusions based on mechanical axis radiographs“: c’è una correlazione tra “gonartrosi” e artrosi di caviglia, in particolare, maggiore è il “tilt astragalico”, maggiore è il grado di “gonartrosi”; un “malallineamento” dell’arto inferiore dovuto ad una “gonartrosi” è comparabile, nel lungo termine, ad una frattura con vizio di consolidazione.
LUIGI: “The influence of knee malalignment on the ankle alignment in varus and valgus gonarthrosis based on radiographic measurement“: il “malallineamento” in varo o valgo del ginocchio è correlato con un “malallineamento” della caviglia (sia nei pazienti sottoposti a PTG sia a quelli non ancora chirurgici), ciò potrebbe portare a stress articolari della caviglia.
RICCARDO: “Radiologic Changes of Ankle Joint After Total Knee Arthroplasty”: l’artrosi di caviglia si associa ad una “gonartrosi” con “malallineamento” e può essere influenzata dalla sua correzione; ciò non accade in tutti i casi e dipende dalla rigidità della “sottoastragalica” e dalle sue capacità di compensazione.
Inoltre, lo studio dell’asse dell’arto inferiore non dovrebbe fermarsi alla “tibio-astragalica” ma dovrebbe comprendere anche la “sottoastragalica” in considerazione delle sue capacità di compenso.
CRISTIAN: “Hindfoot alignment at one year after total knee arthroplasty“: nelle PTG in cui viene ripristinato l’asse meccanico, migliora l’allineamento del “retropiede” se si parte da un valgo, non è così se si parte da un varo indicando che il “retropiede” valgo mantiene un grado di compenso che il “retropiede” varo ha perso.
CLAUDIA: “Clinical usefulness of hindfoot assessment for total knee“: deformità moderate del ginocchio corrette con PTG può portare a miglioramento dell’asse del “retropiede”, mentre deformità severe anche se corrette non sono correlate ad un miglioramento dell’asse del “retropiede”; forse ciò accade in virtù della perdita di capacità di compensazione della “sottoastragalica” rispetto a difetti di allineamento di ginocchio e caviglia.
Più carichi che mai, ci lasciamo in questa nuova avventura certi che questa collaborazione ci aprirà a nuove idee e conoscenze!

Scrivimi ora