Ogni 2 anni, Mark Myerson, probabilmente il più grande chirurgo del piede e della caviglia degli ultimi 30 anni, raduna in un meeting tutti i suoi ex-fellows.

Non è solo dalla quantità di pazienti curati, dal numero di interventi eseguiti o dal numero di pubblicazioni prodotte che si misura la “grandezza” di un chirurgo.

Un chirurgo si misura dalla sua capacità di trasmettere agli altri la sua esperienza, i suoi successi ed insuccessi.
Io da Mark ho imparato cosa fare e non fare.

Ogni chirurgo trova nel tempo la sua strada, le proprie convinzioni evolvono, ma la grandezza di un maestro si vede dai principi che trasmette e dal network che crea. Essere suoi allievi significa essere parte di un gruppo di colleghi che insieme hanno tanto in comune. Mentre parlavo della mia esperienza nella protesica di caviglia, ho alzato gli occhi ed ho visto, che stavo parlando a chirurghi europei, asiatici, americani. Eravamo tutti li per celebrare un evento e per condividere le nostre conoscenze, i nostri dubbi e soprattutto le nostre prospettive!

Ancora una volta Mark grazie di avermi reso una parte di questo mondo, grazie di quello che sono e del network che hai costruito per ognuno di noi. In bocca al lupo, per la tua nuova avventura, in giro per il mondo ad aiutare i pazienti più sfortunati!

Noi ci siamo e supporteremo sempre la tua Foot and Ankle Association.

Scrivimi ora