La Società Brasiliana di Chirurgia della Caviglia e del Piede

La Società Brasiliana di Chirurgia della Caviglia e del Piede ogni anno organizza un meeting internazionale che è un riferimento scientifico per tutta l’area Latino-Americana.

È davvero un significativo riconoscimento del nostro lavoro e della nostra attività di ricerca essere invitati qui a condividere i nostri risultati in termini di:

  • cartilagine;
  • medicina rigenerativa;
  • instabilità di caviglia;
  • sport medicine.

La nostra esperienza e le tecniche chirurgiche

Florianopolis Brasile
Rigenerare la cartilagine significa offrire ad un atleta la possibilità di una carriera più lunga, ma è fondamentale anche per pazienti meno sportivi, perché è innanzitutto prevenzione dal rischio di artrosi di caviglia.

La ricerca ortobiologica ha messo a disposizione membrane sempre più efficaci e in grado di rigenerare un tessuto che sia equivalente o che assomigli molto alla cartilagine originaria.

Inizialmente, però, queste tecniche sono state impiegate per il ginocchio, per la sua facilità di accesso artroscopico, meno nella caviglia.

Il limite era legato alla difficoltà di accesso ad una articolazione congruente (che combacia), ma serrata. Questo implicava la necessità di pianificare una chirurgia aperta, associata ad una osteotomia del malleolo tibiale per accedere alla superficie articolare dell’astragalo.

In poche parole, si correva il rischio reale di creare un nuovo danno cartilagineo a livello tibiale per curare quello originario astragalico.

Nel 2015 il mio gruppo ha sviluppato e pubblicato una tecnica completamente artroscopica che è stato il punto di partenza per grandi risultati (At-Amic).

Nel tempo abbiamo dimostrato l’efficacia di questa soluzione, studiando età, peso e successivo ritorno allo sport.

I nostri studi sono stati pubblicati su alcune delle più prestigiose riviste scientifiche dell’ambito ortopedico (Arthroscopy, KSSTA, Arthroscopy Technique, Foot and Ankle International, Foot and Ankle Surgery) e, alcune di essi sono tra i più citati sull’argomento “cartilagine”.

Alea iacta est: che sia di stimolo per noi e per altri gruppi di studio nel mondo.

I nostri pazienti ci richiedono ulteriori passi in avanti in questo ambito, dove il limite maggiore resta la riproducibilità delle rigenerazione e la variabilità individuale di risposta alla soluzione da paziente a paziente.

Scarica il programma

Scrivimi ora