La Mission del F.A.R.G.

L’obiettivo del FARG è quello di promuovere lo scambio di informazioni e conoscenza tra specialisti in un ambiente amichevole, che favorisca il confronto tra opinioni ed esperienze diverse.

Non è un meeting scientifico, non è una società scientifica. Non è meglio, né peggio, è un’idea completamente diversa.

Nasce da un concetto allargato di Journal Club per rispondere all’esigenza di incontrarsi, per raccontarci cosa è funzionato nelle nostre mani, nella nostra esperienza. Ma anche per confidarci quello che è andato diversamente da quanto ci aspettavamo.

Questo, infatti, succede nella vita professionale di tutti e, quando si verifica nel caso di noi chirurghi, è estremamente doloso e difficile, per noi e per i nostri pazienti.

Può essere difficile parlarne, ma penso sia utilissimo.

L’intento non è quello di una confessione, né quello del processo. È il desiderio di capire che dovrebbe muoverci.

L’obiettivo ultimo è imparare da ciò che poteva essere fatto forse non meglio, ma sicuramente diversamente.

La prevenzione dell’artrosi di caviglia passa attraverso una gestione ottimale del trauma

Il tema di questo incontro “le Fratture malleolari e i suoi esiti”, poi, ha una peculiarità in più.

È una materia infatti che induce alla riflessione chirurghi, che abitualmente non lavorano insieme e difficilmente si confrontano: traumatologi e chirurghi della caviglia e del piede.

È ormai noto che l’artrosi di caviglia è principalmente post-traumatica.

La prevenzione, innanzitutto, passa attraverso una gestione del trauma ottimale.

Ecco perché l’incontro tra chi segue prima il paziente, il traumatologo, e chi lo incontra dopo, lo Specialista della Caviglia e del Piede, dovrebbe essere promosso e incentivato.

Sono prospettive diverse dello stesso problema.

Grazie a Ortopedia Borgotaro (OTB), espressione del valore di essere giovani!

Ringrazio, in particolare, gli amici di OTB che hanno con entusiasmo accolto il nostro invito a promuovere il FARG in Emilia Romagna.

Il valore di essere giovani non è un fatto anagrafico, ma rappresenta uno stile di vita ed un modo di pensare la nostra professione.

Nel nostro lavoro, un detto comune è: “si fa così, perché si è sempre fatto così”.

Penso che l’obiettivo di FARG sia di rispettare le tradizioni e l’esperienza e cercare di comprendere “perché si fa così” e “che cosa si dovrebbe fare per migliorare”

Vi aspetto a tutti a Parma,

Federico

Scrivimi ora